28 dic 2016 “viaggio che chiamavamo amore”

mirna-campana-lilliComunicato stampa
Una giornata emozionante e tanti visi giovani per ricordare un “viaggio che chiamavamo amore”
Le celebrazioni del Centenario dell’incontro di Dino Campana con Rina Faccio, alias Sibilla Aleramo, si sono concluse con la premiazione dei vincitori del 2° Concorso Nazionale di Prosa Lirica, indetto dal Centro Studi Campaniani di Marradi in collaborazione con l’Associazione Il Fauno di Firenze.
Alla cerimonia, che si è svolta a Firenze in palazzo Panciatichi, sede del Consiglio regionale, erano presenti molti giovani partecipanti provenienti da diverse regioni d’Italia. Ai primi tre classificati : Francesco Fattorini di Bagno a Ripoli, Giovanni Asmundo, siciliano ma residente a Venezia, Cristiana Pezzi di Ravenna, sono stati consegnati rispettivamente targhe e una medaglia.
Hanno tenuto una relazione in omaggio al poeta e alla sua poesia Enrico Nistri, scrittore e saggista, Lamberto Lilli, presidente dell’Accademia “ Il Fauno”e Mirna Gentilini, presidente del Centro Studi Campaniani, che ha messo in evidenza il rapporto del poeta con la città di Firenze.
L’emozionante giornata, a cui ha portato un saluto Tommaso Triberti, Sindaco di Marradi , si è conclusa con il recital “ Io, Dino” del cantautore Paolo Gerbella che ha saputo interpretare con una voce profonda e calda i versi di Campana, mettendone in risalto l’inconfondibile musicalità.

Mirna Gentilini
(Presidente Centro Studi Campaniani)
Marradi, 28 /12/2016

You can follow any responses to this entry through the RSS 2.0 feed. Responses are currently closed, but you can trackback from your own site.

Comments are closed.