22 gen 2017 2016: Attività del Centro Studi Campaniani “Enrico Consolini”

ELENCO DELLE ATTIVITA’ SVOLTE NEL 2016 dal Centro Studi “Enrico Consolini”

Sabato 20 febbraio. Presentazione del libro di Daniele Ferroni, Stefano Simoncelli, Il collezionista di vetri. Immagini e Poesie, Ed. Italicarte 2015. Sono intervenuti oltre agli autori, Giancarlo Sissa che ha presentato anche la sua raccolta “Autoritratto”. Ha coordinato l’incontro Luisa Calderoni, responsabile della Biblioteca Comunale.
Martedì 1 marzo. 84° anniversario della morte di Campana. Cerimonia di premiazione del 4° Concorso Studentesco Grafico Pittorico “Questo viaggio chiamavamo amore” nel centenario dell’incontro di Dino Campana con Sibilla Aleramo. Inaugurazione della mostra delle opere degli allievi dei Licei Artistici di Bologna, Firenze, Ravenna che è rimasta aperta tutta l’estate . Chiara Benedetti e Silvano Salvadori hanno letto alcune lettere e poesie tratte dall’epistolario Campana- Aleramo .
Venerdì 8 aprile. Il “Centro Studi Campaniani Enrico Consolini” e l’Accademia “Il Fauno” di Firenze con il patrocinio della Regione Toscana e del Comune di Marradi hanno indetto il 2° Concorso Nazionale di prosa Lirica Inedita in occasione del centenario del “viaggio che chiamavamo amore” di Dino Campana e Sibilla Aleramo per celebrare questo primo incontro, ricordarne gli accadimenti e promuovere la conoscenza e lo studio della vita e dell’opera dell’autore dei Canti Orfici.
Sabato 9 aprile. Il progetto per la salvaguardia e valorizzazione del patrimonio dialettale marradese dal titolo “A t’ salut” è ripreso con la visione del filmato elaborato dal dott. Alberto Dragotto sugli incontri in dialetto dell’anno passato. Il filmato è stato inserito nel sito dei dialetti romagnoli. Il ciclo di incontri a tema ha avuto la seguente scansione:
Sabato 16 aprile. “Andè a coi i maro”(Andiamo a raccogliere i marroni). L’incontro è stato coordinato da Elvio Bellini, Presidente Centro Studio e Documentazione sul Castagno.;
Sabato 14 maggio. “ I mstir d’na volta”(I mestieri di una volta). Si è parlato rigorosamente in dialetto del lavoro del boscaiolo, del carbonaio, del fabbro, del vetturino, dello stagnino, della ricamatrice, ecc.
Sabato 21 maggio. “Ai temp dla guera”(Ai tempi della guerra). Durante l’incontro sono stati narrati fatti e avvenimenti avvenuti a Marradi nel periodo della seconda guerra mondiale.

Sabato 25 giugno. Nel centenario dell’incontro Campana Aleramo (1916-2016), si è tenuto il Convegno, organizzato in collaborazione con l’Accademia degli Incamminati di Modigliana e con il patrocinio del Comune di Marradi, dal titolo “ Rina Faccio, alias Sibilla Aleramo, “amica amante” di Dino Campana”. Sono intervenuti: Alvise Manni, presidente Centro Sudi Civitanovesi , “Sibilla Aleramo: una donna cento anni fa”; Mirna Gentilini, Presidente Centro Studi Campaniani, “Cronistoria di un viaggio d’amore”, Massimo Scalini, medico psichiatra, “Un amore sibillino”. Ha condotto e coordinato Silvano Salvadori, vicepresidente Centro Studi Campaniani, che ha presentato la piece teatrale “Un viaggio chiamato amore”con la lettura di lettere e poesie tratte dall’epistolario Campana Aleramo per la voce di Lucia Mongardi e Maurizio Brunetti. A tutti gi intervenuti è stato donato un libretto stampato per l’occasione dal titolo “Questo viaggio chiamavamo amore” con testi critici di Mirna Gentilini, che riporta i manoscritti inediti delle poesie di Campana per Sibilla provenienti dal Fondo Matacotta. Al termine del Convegno è stata aperta la mostra iconografica con pubblicazioni, documenti e copie manoscritte, alcune inedite, di lettere e poesie provenienti dall’Istituto Gramsci di Roma, dal Fondo Matacotta, dalle carte di Bruna Conti, allestita nel Museo “Artisti per Dino Campana” e curata da Silvano Salvadori. Per l’occasione è stata presentata la maglietta del centenario con impresso il disegno vincente del 4° Concorso Studentesco Grafico pittorico. La mostra è rimasta aperta sino alla fine di Ottobre.
Sabato 20 agosto. Il 131° Genetliaco campaniano, causa le fredde serate estive, è stato festeggiato nel cinema teatro Borsi . La manifestazione, introdotta dal presidente ha subito dei cambiamenti: Annarita Poliseno, moglie del prof. Fausto Tuscano assente per motivi di salute, ha letto la relazione del marito dal titolo: “L’ombra e l’eco. La musica nella poesia di Dino Campana”. Monia Baldacci Balsamello ha dato voce ad alcuni estratti dell’epistolario Campana Aleramo, Francesco Chiari ha cantato alcune poesie di Campana da lui musicate ed infine, fuori programma, Massimiliano La Rocca, accompagnato dalla chitarra ha presentato in anteprima alcuni brani , tratti dai Canti Orfici, del suo recente dvd “Un mistero di sogni avverati”.
Mercoledì 14 settembre. Inaugurazione a Faenza del percorso Dino Campana con 14 targhe in ceramica collocate nelle vie del Centro della città. Partecipazione del Presidente all’evento che amplia e approfondisce l’iniziativa, con link di rimando alle pagine web, dei leggii già posti nelle vie di Marradi.
Sabato 24 settembre. Premiazione della terza edizione del concorso on line “La poesia ci salverà” bandito dal quotidiano on line Marradi Free News in collaborazione con il Centro Studi Campaniani, l’Accademia Il Fauno di Firenze, l’Accademia degli Incamminati di Modigliana, l’associazione Culturale “Opera In-stabile e l’officina Artistica “l’Infinito” di Brisighella . Ha partecipato alla cerimonia, che si è svolta a Brisighella il presidente del Centro Studi, membro della giuria, che ha consegnato ai premiati una copia anastatica dei Canti Orfici. Ha coordinato l’evento Rodolfo Ridolfi, direttore responsabile di Marradi Free News.
Sabato 8 ottobre. Nella sede del Centro Studi si è tenuta la prima fase della Cerimonia di Premiazione del 2° Concorso nazionale di prosa Lirica inedita. Hanno partecipato 173 concorrenti provenienti da tutta Italia. Ai primi dieci classificati sono stati consegnati una copia dei Canti Orfici a cui sono stati aggiunti premi in denaro per i primi tre. Dopo gli interventi del presidente del “Centro Studi Campaniani” e dell’Accademia “Il Fauno”, la premiazione si è conclusa con il recital “Questo viaggio chiamavamo amore” a cura di Valentino Borgatti con il gruppo teatrale “Lo Spazio” di Modena.
Sabato 19 novembre. Nella sede del Centro Studi si è tenuto un Salotto Musicale dal titolo “L’obbedienza della ripetizione: segno, simbolo e magia della musica. Un viaggio nella storia, nel simbolismo e nella magia di suono e parola”, relatore Barbara Betti, lettore Michel Vanni .
Sabato 3 dicembre In collaborazione con la FIDAPA si è svolto l’incontro con Donatella Lippi, professoressa di Storia della Medicina e Medical Humanities dell’Università di Firenze sul tema “Donne e vino”. Ha introdotto e coordinato l’incontro il presidente Mirna Gentilini ed è intervenuta Rosanna Billi , presidente FIDAPA sezione di Marradi. Al termine è stato offerto vin brulè preparato dal presidente dell’associazione Alpini di Marradi.
Sabato 17 dicembre. A Firenze nella sala dell’Auditorium di Palazzo Panciatichi, Sede del Consiglio regionale toscano, si è conclusa la premiazione del 2° Concorso nazionale di Prosa lirica alla presenza del Sindaco di Marradi. Sono intervenuti Mirna Gentilini, presidenti del Centro Studi Campaniani, Lamberto Lilli, presidente dell’Associazione “Il Fauno” di Firenze ed Enrico Nistri, membro della giuria, scrittore e saggista. Ha coordinato l’evento Claudio Borghesi . Ai vincitori del primo e secondo premio è stata data una targa, al terzo una medaglia e a tutti, sino al decimo classificato, un attestato d’onore . Dopo la premiazione è seguito un recital ispirato alla vita di Dino Campana “Io, Dino” del cantautore genovese Paolo Gerbella.

Sono stati fatti durante l’anno acquisti importanti sia per arricchire il patrimonio librario sia per dotare il Centro di strutture indispensabili come l’ impianto audio( microfoni, casse, mixer, ecc) .
Il prestigio e l’ importanza del Centro Studi Campaniani “Enrico Consolini” che sono aumentati in questi anni, hanno accresciuto il lavoro e i rapporti con l’esterno. Molti sono stati i visitatori della mostra organizzata per il centenario dell’incontro di Dino con Sibilla , tante le richieste di informazioni, di materiale vario e in particolare di visite guidate : piccoli gruppi provenienti da Milano, Fano, Piombino, Ravenna, Firenze, Genova, Roma, ecc; o di lezioni sulla vita e l’opera di Dino Campana da parte di gruppi organizzati : Centro Sociale di Borgo San Lorenzo, Associazione E20 dell’Unione dei Comuni del Mugello, Associazione “Il Parco dei ragazzi” di Forlì (hanno donato un attestato in cui il Centro Studi è definito “ Luogo che salva la bellezza”), il Circolo ACLI la Ginestra di Crespino, ecc. ; o di classi di istituti scolastici di ordine e gradi diversi : ISS Leonardo da Vinci di Firenze, Liceo Sabin di Bologna, Liceo Artistico Ballardini di Faenza, Scuola primaria Dino Campana di Scandicci,ecc.
In particolare il Centro Studi Campaniani “Enrico Consolini” ha collaborato con :
Banca Popolare di Sondrio a cui è stato mandato materiale per un articolo”La febbre di Dino Campana” scritto da Davide Rondoni,direttore del centro di poesia contemporanea dell’Università di Bologna, pubblicato nel Notiziario n.131 di agosto 2016, dove il Centro Studi viene menzionato;
L’Associazione Percorsi Accademici di Scultura con la quale l’anno passato è stata realizzata una mostra dal titolo “In Campana”presso il Museo “Artisti per Dino Campana” he ha portato le stesse opere in mostra nella Pinacoteca di Faenza dove sono rimaste sin alla fine di settembre.
L’Associazione “Giglio Amico” di Firenze nella persona di Marco Viani curatore della pubblicazione “Toscanità”. Il volume è stato presentato il 13 novembre a Firenze nel salone dei Cinquecento in Palazzo Vecchio. Nella pubblicazione, che porta lo stesso titolo di una prosa lirica di Dino Campana, viene ringraziato il Centro Studi per la collaborazione .Ha partecipato all’evento una delegazione composta dal presidente e dal tesoriere .

Fondazione Cassa di Risparmio di Imola a cui Il Centro Studi Campaniani “Enrico Consolini” ha messo a disposizione il ritratto di Dino Campana, eseguito da Giovanni Costetti nel 1913. All’inaugurazione della mostra, titolo “Volti ritratti in Romagna dal primo novecento ad oggi”, inaugurata il 1 dicembre ha partecipato il Presidente. Nel Catalogo predisposto dal DOC , il Centro Studi viene ringraziato per la collaborazione.
Parco Culturale Dino Campana. Il Presidente ha partecipato ad incontri per organizzare le prossime attività, in particolare ha predisposto sulla tematica “I racconti dell’arte e della storia” tre itinerari: 1) Sulla “linea severa e musicale degli Appennini” sino a La Verna;2) A Marradi sulle tracce di Dino Campana; 3) Da Casetta di Tiara, luogo d’amore, a Marradi, paese del “ritorno”.
Il Centro Studi Campaniani “Enrico Consolini” è rimasto aperto tutto l’anno nei giorni stabiliti (martedì e venerdì), nelle domeniche di ottobre (Sagra delle Castagne), nelle serate dei mercatini estivi (giovedì di luglio e agosto), tutte le volte che l’Ufficio Turistico ha comunicato una richiesta di visita guidata e su prenotazione anche in giorni festivi. Le manifestazioni organizzate durante l’anno, si sono svolte prevalentemente nei locali della sede, sono state tutte presiedute da Mirna Gentilini, presidente del Centro Studi Campaniani, hanno avuto il patrocinio del Comune di Marradi e la presenza del Sindaco.

You can follow any responses to this entry through the RSS 2.0 feed. Responses are currently closed, but you can trackback from your own site.

Comments are closed.